NOTIZIARIO DELL’OLIVICOLTORE n°5 del 20 giugno 2016

NOTIZIARIO DELL’OLIVICOLTORE n°5 del 20 giugno 2016

a cura dell'Agr. Moreno Moraldi

Le previsioni per i prossimi giorni ci dicono che a partire da mercoledì 22 giugno, l'Umbria dovrebbe beneficiare di un generale miglioramento con tendenza ad un aumento graduale delle temperature. Come ribadito anche in passato, l’arrivo di condizioni meteo più asciutte è sicuramente una buona notizia tenendo conto che l’olivo mal sopporta le condizioni di umidità prolungata sulle proprie foglie.
Come già ricordato nel precedente bollettino non dobbiamo, almeno per ora, preoccuparci della mosca dell’olivo. Avremo occasione di riaffrontare l’argomento quando la fenologia raggiungerà lo stadio BBCH:75. Più preoccupante risulta essere invece la presenza della malattia chiamata “occhio di pavone”. Favorita delle frequenti piogge e dal mantenimento quasi continuo dell’umidità sulle foglie, potrebbe rappresentare un serio problema soprattutto per le varietà più sensibili che sono, ricordiamo, in ordine decrescente di sensibilità:

1)    Moraiolo
2)    Nostrale di Rigali
3)    Frantoio
4)    Leccino
5)    Dolce Agogia

Oltre ad un esame a vista potrebbe essere necessario fare dei saggi per una “diagnosi precoce” del patogeno. La tecnica prevede di raccogliere alcune decine di foglie, apparentemente sane, prelevate a varie altezze tutt’intorno alla chioma, immergendole poi, per pochi minuti (circa 3) in una soluzione di soda caustica al 5%. Quest’ultima, reagendo con i fenoli presenti nella foglia, dà origine ad un imbrunimento della lamina laddove questa è interessata dal fungo. Si può così conoscere in anticipo la presenza dell’infezione che, a causa del suo lungo periodo d'incubazione, si sarebbe manifestata solo nei mesi successivi.
Il consiglio è di fare questo semplice test per poi decidere se intervenire. I trattamenti, da effettuare solo dopo che le drupe avranno raggiunto la dimensione di un acino di pepe, sono giustificati quando risultano attaccate, anche in maniera occulta, più del 30% delle foglie. I prodotti consigliati sono:
-         ossicloruro di rame come preventivo;
-         idrossido di rame qualora sia necessaria un’azione preventiva più immediata;
-         dodina per un’azione curativa della patologia. Per questo prodotto fitosanitario è ammesso un solo trattamento all’anno.


Per chiunque volesse contattare direttamente il Dott. Moraldi, la mail è: moraldi@email.it

Stazione meteo Perugia centro
in tempo reale

LE NOSTRE WEBCAM
 


Canali

Aggiornato al 31/12/2014

Vai al diario meteo giorno per giorno!

Vieni a trovarci su facebook!