1976

6 marzo 1976

La fig.1, documenta l’irruzione fredda da nord-est che ha portato, il 6 marzo 1976, la neve in tutta la regione con accumuli di 10 cm a Ponte Valleceppi e 15cm nel capoluogo regionale. Le temperature indicate in questa carta sono relative all’altezza di 1300m s.l.m. circa. Questo episodio, sebbene giunto durante la primavera meteorologica, ha rappresentato la nevicata più importante di tutta l’annata 1976, sia per Perugia che per l’Umbria. Un altro episodio simile, ma più debole, si è poi ripetuto il 24 marzo.







Estate 1976


Giugno 1976 è risultato un mese caldissimo con temperature intorno ai 35 gradi nella seconda e terza decade e mese, complessivamente siccitoso con un totale di 27mm di pioggia.
La fig. 2 rappresenta le temperature ad un’altezza di 1500 metri s.l.m. ed evidenzia un’area anticiclonica molto forte in formazione sul Mediterraneo centrale, con un apporto di aria calda e stabile di origine africana. Questa situazione è coincisa con l’inizio dell’ondata di calore che poi, si è protratta fino alla fine del mese.



Luglio- agosto 1976


Questi due mesi, in contrapposizione al mese di giugno, sono risultati estremamente piovosi con un totale di 237 mm e 19 giorni complessivi di pioggia, dando all’estate ’76, in definitiva, una connotazione di una stagione bagnata con temperature inferiori alle medie.



Autunno 1976

Autunno complessivamente piovoso per tutto il periodo. Con il 3 ottobre è stato raggiunto il picco di precipitazioni dovuto ad un violentissimo ed esteso nubifragio che ha colpito tutto l’Alto Tevere, fino alle porte di Perugia. Il nubifragio ha causato frane e smottamenti e una imponente, quanto improvvisa, piena del Tevere, che nella notte tra il 3 - 4 ottobre ’76, ha interessato tutta l’asta del Tevere perugino con locali esondazioni fino al torgianese. La fig. 3 rappresenta la circolazione al suolo e all’altezza di 500 hpa che evidenzia le correnti da sud-ovest, umide ed instabili, che hanno interessato direttamente l’Umbria tra il 3 - 4 ottobre 1976.


 

2 dicembre 1976


Una violentissima libecciata accompagnata da forti rovesci ha colpito la nostra regione ed in particolare il capoluogo tra il 2 ed il 3 dicembre 1976 con raffiche fino a 100km/h che hanno provocato danni ai tetti e cadute di cornicioni ed alberi.

   












 



Stazione meteo Perugia centro
in tempo reale

LE NOSTRE WEBCAM
 


Canali

Aggiornato al 31/12/2014

Vai al diario meteo giorno per giorno!

Vieni a trovarci su facebook!